Banner

Marchio di qualità

polizza postuma

24
Gennaio
2014

Giù le mani dai carrozzieri!

SI’ ALLA CESSIONE DEL CREDITO.STRALCIO DELL’ARTICOLO DEL DECRETO CHE PONE FINE AL RISARCIMENTO DANNI;SI’ ALLA LIBERTA’ DELL’AUTOMOBILISTA DI SCEGLIERE IL PROPRIO CARROZZIERE DI FIDUCIA.

Per far sentire alta e forte anche la tua voce ai nostri rappresentanti politici vicentini e veneti ti aspettiamo:

sabato 1 febbraio 2014, ore 9:30 al Centro Congressi di Confartigianato Vicenza, via Enrico Fermi 201

ADERISCI ANCHE TU!

16
Gennaio
2014

Una moltitudine. Grande successo per la manifestazione nazionale dei carrozzieri oggi a Roma, massiccia la presenza veneta

Una moltitudine di carrozzieri contro la riforma e per dire “No alle misure che ledono la libertà di scelta degli automobilisti, alterano la concorrenza del settore e minacciano la sopravvivenza di migliaia di imprese''.

18
Dicembre
2013

RC AUTO E RISARCIMENTO “IN FORMA SPECIFICA”

I CARROZZIERI PRONTI ALLA MOBILITAZIONE. CAZZARO (CONFARTIGIANATO VICENZA): “ALTRO CHE LIBERALIZZAZIONI, COSÌ SI PENALIZZANO IMPRESE E AUTOMOBILISTI”

“Non accettiamo di essere messi fuori mercato in nome di una presunta riduzione delle tariffe Rc Auto e di una finta liberalizzazione”. È quanto sostengono i Carrozzieri di Confartigianato Vicenza - 400 aziende - contestando la misura, contenuta nel pacchetto di norme sulla riforma dell’RC Auto varata dal Governo, che renderebbe di fatto obbligatoria la “forma specifica” nel risarcimento dei danni dei veicoli incidentati. Vale a dire, fare riparare il veicolo incidentato esclusivamente dalle officine di carrozzeria convenzionate con le assicurazioni e pagate direttamente da queste ultime.

08
Novembre
2013

Si rianima lo scontro tra carrozzieri e compagnie di assicurazione

Nel nostro Paese c’è da anni un confronto che si assopisce e si riaccende periodicamente. Si tratta del rapporto/scontro tra compagnie assicurative e autoriparatori/carrozzieri. Ora siamo di nuovo in una fase in cui le assicurazioni sono all’attacco forti del testo di riforma del settore assicurativo da loro caldeggiato e presentato dal sottosegretario allo sviluppo economico in commissione parlamentare. Il motivo del contendere, in buona sostanza, è sempre lo stesso indurre i consumatori/assicurati a riparare l’auto in officine “fiduciarie”. Prima di addentrarci nel tema per esprimere un giudizio, è utile però evidenziare alcuni numeri di fonte ANIA (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici), che disegnano il quadro di un Paese, l’Italia, non del tutto in linea con il resto d’Europa e del mondo. Innanzi tutto il premio medio dell’RC auto che risulta essere tra i più alti del mondo (481€), quasi il doppio di Francia (248€) e Spagna (207€) ed incide in modo molto pesante (3%) sul reddito medio delle famiglie (19.100€). Incidenza che nei Paesi europei scende all’1%. Risulta poi che il numero, la frequenza ed il costo medio dei sinistri nel nostro Paese sono tutti parametri in continua regressione: nel 2012 il numero dei sinistri è sceso del 15,3% rispetto al 2011; la loro frequenza è calata in un anno del -13,7 % e del 43% dal 2000. Ed anche il costo dei sinistri di competenza è calato del 9,8% perché, quando ci sono danni a cose non rilevanti le persone tendono ad accordarsi senza passare dall'assicurazione. Infine l'incidenza percentuale della manodopera e dei ricambi sul totale dei risarcimenti è in calo del 5% negli ultimi 3 anni. E le due voci rappresentano, assieme, appena il 30% del valore medio di un sinistro.

29
Ottobre
2013

Sistri: ulteriore prova di inefficienza

Storie, purtroppo, di ordinaria follia: lo scorso 21 ottobre un blackout del SITRI ha fermato per sei ore le imprese di trasporto dei rifiuti pericolosi.

Servizi ONLINE per l'autoriparatore artigiano

Circolari Tecniche

Calendario Eventi

Ultimo mese Ottobre 2017 Prossimo mese
L M M G V S D
week 39 1
week 40 2 3 4 5 6 7 8
week 41 9 10 11 12 13 14 15
week 42 16 17 18 19 20 21 22
week 43 23 24 25 26 27 28 29
week 44 30 31

Formazione

Cesar