Banner

Marchio di qualità

polizza postuma

17
Mag
2017

Approvato il ddl Concorrenza al Senato, ora spetta alla Camera.

Novità anche in tema di assicurazioni e libera scelta dell’autoriparatore

Dopo quasi un anno e mezzo di continue discussioni, il Senato approva il cosiddetto ddl concorrenza. Il provvedimento è stato approvato con il voto di fiducia chiesto dal governo e contiene novità importanti anche per il settore automotive.

Su alcune di queste norme, la legge, ammesso che venga definitivamente approvata, delega il governo a disciplinarne l’attuazione con provvedimenti successivi.

Di seguito riportiamo una sintesi di alcuni passaggi che riteniamo importanti.

Scatole nere

Nell’ottica di favorire la mobilità sostenibile e lo sviluppo delle smart city, il Governo è delegato ad adottare decreti legislativi diretti a disciplinare l’installazione sui mezzi di trasporto delle cosiddette «scatole nere» o di altri dispositivi elettronici similari volti a realizzare piattaforme tecnologiche capaci di migliorare il traffico urbano. Il Governo dovrà altresì disciplinare con un decreto legislativo la progressiva estensione dell'utilizzo dei dispositivi elettronici, con priorità sui veicoli che svolgono un servizio pubblico o che beneficiano di incentivi pubblici e, successivamente, sui veicoli privati. Il Governo dovrà stabilirne le caratteristiche tecniche, le modalità di raccolta e gestione dei dati contenuti e dovrà essere garantita la tutela della privacy.

Sconti sulla Polizza RC Auto.

In alcune particolari circostanze, la compagnia di assicurazione dovrà applicare al costo della polizza, un “significativo” sconto calcolato sulla base di un regolamento Ivass, la società che vigila sulle assicurazioni. Gli automobilisti virtuosi residenti nelle province a maggiore sinistrosità, che saranno rese pubbliche dall’Ivass con un apposito elenco, potranno godere di uno sconto “aggiuntivo e significativo” nel caso in cui non abbiano provocato incidenti negli ultimi quattro anni. Uno “sconto significativo” è previsto anche nel caso in cui l’assicurato contragga più polizze per più veicoli in suo possesso e sottoscriva una clausola di guida esclusiva.

Le circostanze affinchè ciò avvenga sono:

-        Sottoporre il veicolo ad una ispezione preventiva da parte dell’assicurazione nel caso in cui si decida di installare una scatola nera sul proprio mezzo (o se tale dispositivo è già presente);

-        Montare sull'auto “meccanismi elettronici che impediscono l’avvio del motore qualora sia riscontrato nel guidatore un tasso alcolemico superiore ai limiti stabiliti dalla legge”, i cosiddetti alcolock.

Il ddl specifica altresì che i costi di installazione, disinstallazione, funzionamento, sostituzione e portabilità delle scatole nere sono comunque a carico dell’assicurazione.

Nel caso in cui l’assicurato opti per la scatola nera in seguito a un sinistro, l’incremento del premio dovrà essere inferiore a quello altrimenti praticato.

Riparazioni nella carrozzeria di fiducia.

Per quanto concerne la riparazione dell’auto incidentata, il ddl conferma la possibilità, per l’assicurato, di effettuare la riparazione avvalendosi di imprese di autoriparazione di propria fiducia.

Lotta alle truffe.

Il provvedimento introduce anche norme contro le truffe, in particolare contro le false testimonianze. L’identificazione di eventuali testimoni sul luogo dell’incidente dovrà risultare fin dalla denuncia del sinistro. In caso di controversia, in tribunale, l’ammissione di testimoni non identificati nell’immediatezza dell’incidente sarà ammessa solo in caso di comprovata impossibilità di identificazione. Il giudice potrà anche escludere testimoni se a seguito di verifica, questi, risultassero presenti in più di tre sinistri negli ultimi cinque anni.

Controlli automatici sulla copertura RC.

Con una modifica del Codice della strada, il ddl  rende possibile accertare automaticamente, senza la presenza di alcun agente, la mancanza di copertura assicurativa dei veicoli in circolazione mediante dispositivi particolari e approvati per il funzionamento in modo completamente automatico. In buona sostanza, se un veicolo privo di assicurazione transiterà sotto gli occhi elettronici delle telecamere della Ztl o del Tutor o di altre apparecchiature per il controllo della circolazione stradale, scatterà automaticamente la sanzione prevista dall'articolo 193 del Codice della strada: € 849 di multa e sequestro del veicolo ai fini della confisca.

Questi i possibili scenari futuri ma ora, l’ultima parola spetta alla Camera. Tutte queste norme, anche quelle che il ddl rinvia a successivi provvedimenti attuativi, non sono infatti ancora in vigore. Tuttavia, il fatto che il Governo abbia chiesto la fiducia su un maxiemendamento che ha interamente riscritto il testo sulla base delle indicazioni emerse in commissione, lascia pensare che l'esecutivo sia altamente determinato a condurre in porto la legge. Starà alle parti sociali e imprenditoriali interessate mettere in atto tutto quanto sarà possibile per evitare alcune conseguenze che potrebbero ingenerare disagi e difficoltà applicative.

Categories: Confartigianato Imprese Veneto

Servizi ONLINE per l'autoriparatore artigiano

Circolari Tecniche

Calendario Eventi

Ultimo mese Novembre 2017 Prossimo mese
L M M G V S D
week 44 1 2 3 4 5
week 45 6 7 8 9 10 11 12
week 46 13 14 15 16 17 18 19
week 47 20 21 22 23 24 25 26
week 48 27 28 29 30

Formazione

Cesar